Dopo le elezioni… diamo i numeri!

A quasi un mese dalle elezioni del Consiglio Direttivo della Consulta Giovani di Aviano, ecco a voi tutti i dati salienti!
I ragazzi che hanno votato alle elezioni sono stati 87, e le preferenze espresse in totale (che se vi ricordate erano tre al massimo) sono state 221.
Aviano, al 1 gennaio 2013, presentava 1608 ragazzi tra i 17 e i 34 anni (dati Istat), ovvero i ragazzi che all’anno attuale rappresentano il bacino elettorale della Consulta. Facendo una stima approssimativa utilizzando questo dato, possiamo affermare che il 5,4% dei giovani residenti ad Aviano ha votato per far sentire la propria voce in Comune. Un buon risultato di partecipazione, che puntiamo comunque a voler migliorare!

I 9 Candidati hanno ricevuto le seguenti preferenze:
Giulio Sartori: 36
Paolo Del Cont: 32
Brian Gibboni: 27
Silvia Dezan: 25
Angela Biancat: 24
Marco Gabelli: 23
Fabiana Dezan: 22
Richard Nurchi: 19
Sarah D’Avascio: 13

Le votazioni on-line sono state attive i giorni 27 e 28 luglio sul sito avianoticonsulta.it, raccogliendo 41 persone e 101 voti. Il sistema utilizzato per gestirle è Halalan, un software open source sviluppato da un gruppo di giovani programmatori dell’Università delle Filippine, vincitori di numerosi premi per l’innovazione. Si tratta di un sistema già ampiamente utilizzato all’estero per chi sceglie le elezioni on-line. Noi personalmente l’abbiamo scelto per la sicurezza nella gestione dei dati e perché sosteniamo la filosofia dell’open content.

Dalle elezioni on-line emergono numeri interessanti: 56 persone si sono registrate al sito, dei quali però sono riusciti a votare solo 41. Sembra che per qualcuno il problema sia stata la casella di posta elettronica, nella quale la mail con i codici necessari veniva reindirizzata nella cartella della spam. I ragazzi che hanno avuto problemi infatti avevano per la maggior parte lo stesso servizio di webmail.
Altro dato curioso è quello della “permanenza”, che ci fa capire chi ha votato a colpo sicuro (il 24% lo ha fatto in meno di un minuto!) e chi invece si è dato del tempo per riflettere (un buon 17% ha impiegato infatti più di 3 minuti).

I voti in presenza sono stati invece 120 con 46 presenze. Un rapporto con l’on-line che si avvicina al 50%, e che fa presagire un futuro roseo per le consultazioni via internet, vista anche la velocità in cui in altri Paesi si sta sviluppando questo strumento democratico rispetto ai mezzi più “tradizionali”.
Siamo convinti che la possibilità di esprimere la propria preferenza tramite computer e smartphone sia stata determinante nell’aumentare il numero di presenze. Sicuramente questo può essere visto come un primo passo per mettere in piedi delle sperimentazioni di liquid feedback da proporre successivamente all’amministrazione comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>