I nostri primi tre mesi di attività

A ormai più di due mesi dalle elezioni del nuovo Consiglio direttivo della Consulta, abbiamo deciso come Direttivo di pubblicare un resoconto del lavoro svolto fino ad ora. Pensiamo sia fondamentale che i giovani di Aviano, le persone che rappresentiamo, siano sempre informati su quello che facciamo e su come stiamo orientando le attività della Consulta. Per questo, in questo articolo vi daremo anche delle indicazioni sui modi in cui potete rimanere sempre aggiornati sul nostro lavoro!

Partiamo dalle elezioni. Queste si sono tenute il 6 e il 7 ottobre e hanno portato all’elezione nel seguente ordine di tutti e cinque i candidati: Laura Mellina Bares (26% dei voti), Ilaria Buonandi (24% dei voti), Alessio Sacilotto (20% dei voti) e Joshua Giovanni Honeycutt e Gianluca Menegoz (15% dei voti ciascuno).
Preso atto dei risultati delle elezioni, ma tenendo conto soprattutto delle possibilità e delle volontà di ognuno dei membri, questi ultimi hanno deciso all’unanimità come assegnare le cariche: Ilaria Buonandi è stata eletta Presidente, seguita dal Vicepresidente, Alessio Sacilotto. Dopodiché Laura Mellina-Bares è stata eletta Segretaria, seguita dalla nomina di Gianluca Menegoz come Vicesegretario e di Joshua Giovanni Honeycutt come Consigliere.

Una volta affrontate le prime questioni tecniche, il nuovo Direttivo si è subito messo al lavoro per pensare a come orientare le attività della Consulta e quali tematiche affrontare. Fin da subito, il trasporto pubblico ad Aviano, riguardante sia il servizio autobus offerto da ATAP, che quello ferroviario offerto da Trenitalia, si è rivelato essere un tema vicino ai giovani e probabilmente affetto da disagi sia quotidiani che non.
La questione è stata portata al tavolo della riunione con le autorità pubbliche, il Sindaco Ilario de Marco Zompit e l’Assessore alle Politiche giovanili, Ciro Carraturo. Le autorità hanno così avuto modo di incontrare di persona i nuovi membri, che hanno potuto comunicare loro l’idea di concentrare i primi lavori della Consulta sul tema dei trasporti. Le reazioni delle autorità pubbliche sono state molto positive, in particolare quella del Sindaco De Marco Zompit, che ha appoggiato la scelta di confrontarsi con Matteo Redolfi per il servizio ferroviario e la proposta di effettuare un sondaggio per rilevare i disagi dei trasporti pubblici. Il Sindaco si è espresso a favore soprattutto di un sondaggio sul servizio offerto da ATAP e ha richiesto ai membri di comunicare i risultati del monitoraggio entro il 27 gennaio 2019, giorno in cui si terrà un importante incontro tra le Amministrazioni comunali e l’azienda ATAP.

Contenti di aver ottenuto l’appoggio dell’Amministrazione comunale per il possibile primo progetto della Consulta, i membri hanno voluto incontrare il Consigliere delegato alla linea Sacile-Gemona ottenendo molte informazioni riguardanti la linea ferroviaria, ma anche una serie di questioni trasversali. Tra queste, per esempio, è emerso il problema della mancanza di un servizio che consenta ai pazienti del CRO di raggiungere la struttura partendo dalla stazione, oppure il fatto che la linea ferroviaria potrebbe diventare il trampolino di lancio per una campagna di promozione del turismo ad Aviano e dintorni. Inoltre, Matteo Redolfi ha appoggiato la proposta di effettuare un monitoraggio della linea, pur sottolineando che quest’ultima già da un paio di mesi sta riscontrando molti meno disagi rispetto al mese di settembre.

Con gli incontri del 29 novembre e del 9 dicembre i membri hanno previsto la distribuzione sull’autobus, sulla tratta Aviano-Pordenone del servizio ATAP, di un breve sondaggio in forma cartacea che sarà raccolto prima della discesa delle persone dal mezzo. Il monitoraggio verrà avviato a breve, non appena il testo sarà completato e saranno chiarite le questioni organizzative.

MA NON FINISCE QUI! Nelle ultime settimane la Consulta è stata contattata per prendere parte a due incontri con alcune associazioni. Il primo si è tenuto il 3 dicembre nella Sala Consiliare del Municipio ed è stato un incontro tra l’Amministrazione comunale e l’associazione Cinemando, che ha proposto di attivare una collaborazione con la Consulta per un Festival di cinema che si terrà nella provincia di Pordenone a fine marzo 2019.
Inoltre, il 5 dicembre i membri del Direttivo sono stati invitati a incontrare Mauro Strasorier, presidente della sezione di Aviano dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue. Anche in questa occasione è stata proposta una collaborazione tra la Consulta e l’associazione per sviluppare degli incontri di interesse giovanile nel settore sociosanitario. Il direttivo ha pensato di cominciare a occuparsi di queste tematiche a partire da febbraio 2019, una volta concluso il progetto di monitoraggio dei trasporti pubblici. Insomma, ancora una volta la Consulta ha suscitato l’interesse da parte di altre associazioni e si è rivelato essere un organo con molte potenzialità proprio per la varietà di temi e progetti di cui può occuparsi.

Quello che sicuramente manca al momento nella nuova Consulta è la partecipazione di voi giovani avianesi! Come Direttivo abbiamo messo tra le priorità quella di coinvolgere maggiormente tutti e tutte nelle attività già avviate e in programma, così come quella di metterci in ascolto dei bisogni e dei suggerimenti dei giovani avianesi per il futuro lavoro della Consulta. Non bisogna dimenticare infatti che la Consulta Giovani serve esattamente a questo, ad ascoltare la voce dei giovani di Aviano e fungere da mezzo attraverso il quale questa voce può essere trasmessa e rappresentata soprattutto in sede comunale! È bene dunque che tutte e tutti si sentano liberi di contattarci in qualsiasi momento, sui canali social (Facebook e Instagram) oppure sulla mail (riporteremo tutti i contatti di seguito).

Mentre attendiamo i vostri messaggi, vi invitiamo molto caldamente a incontrarci il 23 dicembre alle ore 18:00 alle casette in piazza ad Aviano (l’evento verrà pubblicato anche su Facebook).

Come seguirci?

Di seguito i contatti:

Instagram: cg_aviano

Facebook: Consulta Giovani Aviano

Email: consultagiovani.aviano@gmail.com

Link per la pagina con i verbali: http://www.cgaviano.it/verbali/

Per il momento dal Direttivo è tutto. Rimaniamo a disposizione per qualsiasi domanda e vi aspettiamo il 23 dicembre in piazza! Non mancate! 

Laura per il Direttivo

 

 

19 thoughts on “I nostri primi tre mesi di attività

  1. Franca

    Non mi sembra giusto non aver tenuto conto delle cariche assegnate tramite voto. Se uno sapeva che non poteva prendersi l’incarico, non partecipava alle elezioni. Perché votare allora? Se poi avete deciso voi? Che senso ha avuto fare i video dei candidati se poi le cariche le avete decise voi? Mah

    • Consulta Giovani Aviano

      Cara Franca, grazie per il suo commento. Rispetto al suo commento le ricordiamo, per quanto riguarda il Presidente, l’articolo 5, comma 1, dello Statuto della Consulta (che è presente anche sul nostro sito, disponibile a tutti e a tutte) che così recita: “Il Presidente della Consulta comunale dei Giovani (di seguito Presidente) è l’organo di rappresentanza istituzionale della Consulta comunale dei Giovani. È eletto dal Consiglio direttivo a scrutinio segreto tra i propri componenti nella seduta di insediamento e ha il compito di convocare le sedute e assicurare il regolare svolgimento dei lavori.”.

      Per quanto invece riguarda le altre cariche, compresa quella di Presidente, la invitiamo a leggere l’articolo 2, comma 2, dell’attuale regolamento interno della Consulta, approvato dalla Consulta precedente, che recita: “I membri del Consiglio Direttivo individuano tramite votazione interna le seguenti cariche:
      a. Presidente
      b. Vice Presidente
      c. Segretario
      d. Vicesegretario
      e. Consigliere”.
      Le ricordiamo, in questo senso, che il Regolamento è previsto e ha validità in base all’articolo 6 dello Statuto.

      È inutile ricordarle che tutti i documenti citati in questa nostra risposta sono disponibili del sito della Consulta. La inviteremmo a leggere più attentamente i documenti che regolamentano la nostra attività.

      Un abbraccio. Buona giornata e buone feste!

      • Consulta Giovani Aviano

        Correggiamo un errore di battitura contenuto nel commento precedente:*[…] sono disponibili nel sito della Consulta. […]”.

        Grazie mille ancora di aver letto e commentato il nostro articolo!

  2. Franca

    Ma infatti prima di scrivere il mio commento ho letto il vostro regolamento! E secondo me non è giusto! Vi siete candidati senza una lista (cosa da fare a quanto dice il regolamento ) , ed era palese che tutti sareste stati votati e che in automatico sareste entrati nella nuova consulta visto che non esiste una % minima con cui entrare. Quindi sempre a mio parere visto che tutti si sono candidati da soli senza una lista e che non c’è una percentuale per entrare era giusto ascoltare il voto dei cittadini e chi aveva preso più voti diventava il presidente

  3. Franca

    In conclusione non capisco a cosa è servito il voto. Tutti sono entrati anche se prendevano l’1%, avete deciso voi le cariche…una votazione che alla fine non è servita a nulla

  4. Sara

    Anche io la penso così, non è servito a niente il voto che ho dato! Purtroppo ho letto solo ora il nuovo regolamento se no avrei chiesto delucidazioni. La prossima volta non spreco tempo a venire votare

  5. Consulta Giovani Aviano

    Care Franca e Sara, grazie per i vostri commenti. Ci teniamo a chiarire ogni punto che sollevate, e lo faremo a punti:
    1. Franca: l’art. 5, comma 5 del Regolamento interno, stabilisce che ciascuna candidatura sia accompagnata da una lista di 3 sottoscriventi, non che i candidati presentino delle liste. Questo nella pratica avviene (ed è avvenuto nel caso di tutti i candidati alle ultime elezioni) attraverso un modulo di candidatura.
    2. Franca: ci dispiace che i candidati siano stati 5 per 5 posti. La prossima volta invitiamo anche lei a candidarsi e a far candidare sui conoscenti, in maniera tale che ci siano più persone a concorrere. Come potrà capire uno sbarramento percentuale sarebbe stato controproducente allo scopo di comporre un Direttivo completo, che secondo l’art. 2, comma 1 del Regolamento interno è composto da un minimo di 5 membri. Cosa propone, di invalidare le elezioni per mancanza di candidati ulteriori? Noi crediamo, invece, che sarebbe meglio più giovani partecipassero e per fare questo, seguendo le regole, come abbiamo fatto, ci vuole un Direttivo che si impegni a cercare di coinvolgere sempre nuove persone.
    3. Franca: come le abbiamo dimostrato abbiamo seguito tutte le richieste di Statuto e Regolamento, anche nella distribuzione della cariche. Apprezziamo lei esprima la sua opinione, ma noi ne abbiamo un’altra, legittimata dai documenti che regolano la nostra attività. Questo si chiama processo democratico, che non è il regno delle opinioni fini a sé stesse, ma delle opinioni supportate dai documenti.
    4. Sara: oltre a invitarla a leggere quanto scritto sopra non possiamo che esprimere il nostro disappunto per quanto scrive. Per rendere la Consulta un luogo di maggior rappresentatività abbiamo bisogno della partecipazione attiva di tutti, non di commenti disfattisti. Lei non ha sprecato il suo tempo a venire a votare, ha partecipato alla formazione di un importante organo del nostro Comune. A noi dispiace ci fossero solo 5 candidati per 5 posti, ma non possiamo obbligare le persone a candidarsi e non possiamo nemmeno obbligarle ad assumere ruoli all’interno della Consulta, visto che Regolamento e Statuto non prevedono una distribuzione dei ruoli in base ai voti espressi dagli elettori, bensì in base a una votazione interna del Direttivo stesso.

    In conclusione: i documenti sono importanti e noi li abbiamo seguiti alla lettera. Vi ringraziamo per i vostri commenti e vi chiediamo di continuare a rimanere attive e di mettervi in contatto con noi anche in maniera più personale per partecipare alle nostre attività.

  6. Riccardo

    Le elezioni sono servite non solo al rinnovo del direttivo ma anche come occasione per fare conoscere e avere l’opportunità di entrare a contatto con la consulta.
    Le stesse candidature sono state protratte a lungo per cercare di aumentare la partecipazione sia di candidati che di votanti (oltre che essere precedute da incontri atti allo scopo di invogliare le persone a collaborare insieme).
    Detto questo, il voto diventa uno strumento utile perché, oltre che riflettere il seguito che ha la consulta, alimenta il dibattito sulla scelta delle cariche all’interno del direttivo, dibattito che deve però scontrarsi con la concreta disponibilità delle persone al tempo che possono dedicare e alla carica che si “sentono” di ricoprire.
    Questo meccanismo fa sì che non ci siano presidenti fantasma che per motivi personali (lavoro studio famiglia) non possano poi essere presenti o persone che per carattere non se la sentono di ricoprire tale ruolo.

    Il vostro punto di vista, Franca e Sara, può essere uno spunto per migliorare quanto ad oggi è stato utilizzato. Posso consigliarvi di contattare personalmente il nuovo direttivo e discutere assieme eventuali varianti al regolamento.

  7. Mauro

    Scusate ma anche secondo me c’è qualcosa da dire. Ovvio voi avete seguito il regolamento e non è colpa vostra se si sono candidati solo in 5 ma a mio parere il regolamento come dicono franca e sara non è il massimo. Lasciamo stare il “processo democratico” perché voi lo avete citato ma alla fine le cariche le avete prese voi senza tener molto conto di chi ha votato. Se ci si candida vuol dire che si ha la voglia di entrare e di far parte della consulta, non potete dire che decidete voi così in base alla possibilità di un presidente fantasma o per carattere non se la sente! Forse è meglio che rivediate il regolamento magari con una clausola per quando ci sono pochi candidati e che vi chiedate come mai ci sia poca partecipazione da parte dei giovani

  8. Sara

    Ragazzi è palese che il voto è servito solo ad ufficializzare una cosa già decisa, amettetelo! Ovvio voi avete seguito il regolamento ma le cose le avevate già decise con o senza voto. Proprio per questo potevate tener conto dei voti ricevuti. Probabilmente il. Problema principale è che ai giovani poco interessa questa consulta.

  9. Sara

    Tra l’altro il signor Riccardo afferma che avete protratto a lungo la ricerca di candidati quindi questo fa molto e ben intendere che a pochi interessa….

  10. Riccardo

    Cos’è e cosa fa la consulta c’è scritto sul sito e da tutti gli articoli pubblicati uno può farsi un’idea del lavoro svolto.
    Lavoro che ha interessato ben 3 direttivi e diverse decine di ragazzi coinvolti in maniera diretta e indiretta (tra cui associazioni).
    È uno strumento utile ma anche molto difficile da gestire e da fare conoscere.

    Nonostante questo sta andando avanti da almeno 4-5 anni a costo quasi nullo per l’amministrazione e svolgendo attività tramite una sorta di volontariato chiamato cittadinanza attiva.

    Si può sapere che problema c’è?

    La consulta non sono persone stipendiate… sono semplicemente ragazzi che decidono di affrontare tematiche legate ai loro coetanei portandole poi all’attenzione dell’amministrazione per migliorare le cose.

    Invece di criticare bisognerebbe aiutare lo sviluppo di strumenti del genere e di chi ne fa parte.

  11. Sara

    Mai parlato di soldi e di spese! Siete voi ad aver tirato fuori questo argomento! Se io ho bisogno vado in comune o dagli assessori interessati. Io ho solo criticato il non senso che secondo mr ha avuto la votazione

  12. Sara

    E poi di concreto io non ho visto molto. Qualche assemblea e articoli su cose da fare mai fatte. Molti fanno parte della cittadinanza attiva senza far parte della consulta.

  13. Riccardo

    La cittadinanza attiva la possono fare tutti, la Consulta è solo un modo come un altro.

    Sara, la cosa più giusta da fare però, secondo me, è quella di contattare direttamente il direttivo e chiedere un incontro per avere delucidazioni di persona e magari aiutarli a trovare una variante al regolamento.

    Fra l’altro vedo che sei molto attiva e segui la Consulta, sarebbe un bel modo per collaborare assieme e dare qualche suggerimento per attività più concrete.
    Ovviamente estendo l’invito anche a Franca e Mauro.

    D’altronde la Consulta è un luogo di confronto e dibattito, quindi perchè non affrontare insieme questo problema?

  14. Michele

    Buongiorno,
    Sara, e’ bello vedere che ci siano persone che si interessano alla consulta! Se non ti senti in linea con il regolamento o altro, hai considerato la possibilita’ di andare ad una loro riunione per buttare un occhio ed eventualmente aiutare i ragazzi del consiglio a migliorare le cose?
    La cosa piu’ bella della consulta, per quanto ho avuto modo di sperimentare io, e’ il fatto che sia veramente uno dei pochi luoghi (se non l’unico) dove i giovani possono ritrovarsi e prendere decisioni per quanto gli riguarda, senza l’interferenza di nessun adulto. Questa non e’ una cosa da poco a mio avviso. Quindi, per quanti sbagli possano essere fatti sono pur sempre il frutto dell’impegno dei giovani.
    Inoltre, in un momento in cui la partecipazione in politica, associazionismo, ecc, e’ ai minimi storici, penso che sia da lodare il fatto che dei giovani dedichino gratuitamente e volontariamente il proprio tempo in cose del genere. Come ultima cosa, la consulta e’ stata formata solo da pochi anni, e’ stata una delle prime a livello nazionale (ora ne stanno aprendo altre – e’ appena partita quella regionale), quindi, secondo me, bisogna dare tempo alle cose affinche’ si vedano risultati, sopratutto in un paese particolare come Aviano.
    Sara, Franca e Mauro, conosco i ragazzi della consulta e so che saranno pronti ad ascoltare le vostre idee e proposte! La consulta e’ fatta al 100% da ragazzi e le regole si possono sempre riscrivere.

  15. Giulia

    Molto interessante il discorso del Trasporto Pubblico! Non sarebbe affatto male riuscire a calibrare meglio orari e mezzi dato che i disagi in questo campo sono molto sentiti dalla popolazione, giovanile e non. Giusto ieri ho dato un passaggio ad un uomo relativamente anziano giunto in treno per recarsi in visita al Cro, che dopo più di mezzora di permanenza in paese non era ancora riuscito a trovare un mezzo che lo portasse direttamente al Centro. Non sarebbe dunque male:
    1. Valutare se c’è una necessità di aumentare o ricalibrare le corse da Aviano Centro ad Aviano Cro.
    2. Valutare se c’è la possibilità di includere la Stazione tra le fermate.
    3. Valutare se le informazioni su orari e fermate sono leggibili e aggiornate, e magari pensare di apporre in Stazione informazioni utili per raggiungere il Cro rivolte a coloro che non conoscono Aviano ma che necessitano di recarsi al Centro per qualunque motivo.
    L’intero settore del trasporto pubblico ad Aviano ha ampi margini di miglioramento e credo che su questo la Consulta possa davvero aiutare a fare da tramite tra l’amministrazione e le problematiche dei cittadini. Per quanto riguarda il sondaggio, a che punto siete?

  16. Monica

    Per quanto riguarda la riunione con Atap del 27 Gennaio e il questionario sul trasporto pubblico, a che punto siete nella raccolta dati? Avete bisogno di aiuto nella distribuzione?
    Personalmente ritengo sia davvero un’ottima iniziativa! Avercene di più di giovani così intraprendenti si renderebbe Aviano un gioiellino!

  17. Consulta Giovani Aviano

    Grazie Giulia e grazie Monica per il vostro interesse. In particolare:
    1. Giulia, hai colto perfettamente gli stessi punti che abbiamo colto noi e su cui stiamo lavorando collaborando con l’Amministrazione comunale (in particolare con il Consigliere delegato Redolfi). Il problema dei trasporti per il CRO è a nostro avviso, in effetti, uno dei problemi più gravi e quindi pressanti.
    2. Monica: certo! Se prendi spesso i mezzi pubblici potremmo metterci d’accordo (magari scrivici una mail) così possiamo farti avere i moduli. Sarebbe splendido avere il tuo aiuto!

Rispondi a Consulta Giovani Aviano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>